GOVERNO: ITALIA MODERATA, ‘PAESE ESPOSTO A SACCHEGGIO, PARTITI FACCIANO PASSO INDIETRO’ =

GOVERNO: ITALIA MODERATA, ‘PAESE ESPOSTO A SACCHEGGIO, PARTITI FACCIANO PASSO INDIETRO’ =

Roma, 17 lug. (Adnkronos) – “Se dal passato si fa il presente e da questo si determina il futuro, Draghi nel presente appena passato ci ha tutelati quando è stato presidente della Bce dagli appetiti voraci dei nostri alleati europei che volevano fare asso piglia tutto ‘tipo Grecia’ dei nostri asset strategici. Se questo è stato il presente di Mario Draghi a tutela dell’Italia il futuro con lui sarà più roseo. La nostra classe politica attuale dimostra infantilmente di essere come bambini capricciosi che pretendono un oggetto che in sintesi è la distribuzione di denaro pubblico per avere consenso senza creare occupazione e sviluppo, questa ostentazione porta direttamente al tracollo della nostra cassa pubblica e alla nostra credibilità internazionale e soprattutto alle elezioni anticipate, esponendo l’Italia al saccheggio degli speculatori”. È quanto ha dichiarato Antonio Sabella Segretario nazionale di Italia MODERATA “Alcuni leader di partito per dimostrare che contano ancora nella vita del Paese per qualche voto in più ci spingono direttamente nell’occhio del ciclone. Tra pandemia, guerra e speculazione sui mercati, possibile che alcune forze politiche non si rendano conto che questo è il momento per dimostrare che esiste una classe politica responsabile che risolve i problemi non che le amplifichi per prese di pozioni. Il momento è questo di ragionare con freddezza per risolvere questa crisi scaturita da pretese di consenso e da invidia. Questo è il momento di grande responsabilità dove tutte le forze politiche facciano un passo indietro per dare speranza e soprattutto certezze al Paese. Bisogna risolvere tempestivamente con grande umiltà questa crisi perché è molto pericolosa, la colpa sarà di tutta questa classe politica se l’Italia verrà esposta al saccheggio internazionale. Italia MODERATA fa un appello al Capo della Stato Sergio Mattarella e al Primo ministro Mario Draghi, per risolvere quanto prima la crisi di Governo positivamente”, ha concluso.

(pol/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 17-LUG-22 17:04 NNNN

GOVERNO. ITALIA MODERATA: DA CONTE GIOCO AL MASSACRO, DRAGHI RESTI

GOVERNO. ITALIA MODERATA: DA CONTE GIOCO AL MASSACRO, DRAGHI RESTI

DIRE) Roma, 16 lug. – “Per Italia Moderata questa crisi di Governo al buio è dovuta ai capricci di alcune creature che giocano per un loro strapuntino futuro, a danno di tutti, in particolare lo dobbiamo alle miserevoli aspettative di un improvvisato leader, Conte, ché per farsi accettare come capo dei soldatini di latta con la benedizione di un giullare si spinge oltre la parte più estrema di quel movimento 5stelle, nella vana illusione a scapito della collettività, di prendere qualche consenso in più. Un vero leader che ha la vocazione dello statista guarda agli interessi complessivi veri del Paese, non a qualche voto in più”. È quanto ha dichiarato Antonio Sabella segretario Nazionale di Italia Moderata.

 

“Questo gioco al massacro lo pagheranno tutti i cittadini italiani se non si compone velocemente la crisi di Governo, i capricci di onnipotenza infantili di qualcuno portano il Paese in acque pericolose. Confidiamo che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella riesca a comporre la crisi convincendo l’attuale Capo del Governo Draghi a rimanere al suo posto per il bene dell’Italia. Lo stravolgimento delle regole del gioco politico in un momento così particolare, tutte le forze politiche nessuno escluso, si assumano l’onere nel risolvere tempestivamente la crisi, i capricci e gli appetiti del consenso e l’assalto alla diligenza vanno messi da parte almeno in questa fase, bisogna avere senso dello Stato, per evitare che impazzimento a fasi alterne della classe politica faccia precipitare il Paese nelle Fossa della Marianne. E’ un lusso che non possiamo permetterci. Italia Moderata si appella all’alto senso dello Stato del Presidente Mario Draghi a rimanere al suo posto per tutelare il Paese dagli speculatori. Tutte quelle forze politiche che dicono a parole che hanno a cuore l’interesse del Paese dimostrino con i fatti di avere un minimo di senso dello Stato e rispetto delle Istituzioni, di essere all’altezza per tutelare l’Italia da una crisi al buio che non faccia precipitare il Paese nel baratro più profondo”.

 

(Com/Lum/ Dire)

Dire Politica

11:14 16-07-22 NNNN

UCRAINA: ITALIA MODERATA, ‘DRAGHI CONTENGA ARROGANZA AMBASCIATORE RAZOV’ =

UCRAINA: ITALIA MODERATA, ‘DRAGHI CONTENGA ARROGANZA AMBASCIATORE RAZOV’ =

Roma, 7 giu. (Adnkronos) – “Italia Moderata, si rivolge ad Ella Signor Presidente del Consiglio Mario Draghi perché con la sua autorevolezza e il rispetto che ha per le nostre istituzioni provveda a contenere l’arroganza di un ambasciatore straniero ospite del nostro Paese Sergej Razov. L’Italia non può accettare le minacce e le velate insinuazioni che l’ambasciatore della Federazione Russa fa in casa nostra contro la nostra stampa libera e contro le nostre Istituzioni”. Così Antonio Sabella, segretario di Italia Moderata. “Italia Moderata auspica che sarebbe opportuno richiamare il nostro ambasciatore Giorgio Starace da Mosca per consultazioni. Convocare l’ambasciatore russo alla Farnesina per chiarimenti e comunicargli da subito che il suo attivismo nel nostro Paese risulta all’Italia poco gradito. Italia Moderata suggerisce e considera questo ospite come un soggetto estremamente pericoloso, visto che sta in Italia da circa nove anni, quando la rotazione media degli ambasciatori è di circa quattro, per cui auspichiamo che l’ambasciatore della Federazione Russa Sergej Razov lasci il nostro Paese il prima possibile ‘persona non gradita’, visto che si inserisce palesemente negli affari interni dell’Italia”. “La democrazia è una cosa molto seria, per l’ambasciatore russo è un termine che non esiste nel suo vocabolario e nella dirigenza del suo Paese con a capo Putin, per cui non può insegnarci nulla di cui non ha minimamente contezza”.

(Pol/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 07-GIU-22 19:30 NNNN

Energia: Sabella (Italia moderata), ‘Draghi fermi voracità speculatori’

Energia: Sabella (Italia moderata), ‘Draghi fermi voracità speculatori’

Energia: Sabella (Italia moderata), ‘Draghi fermi voracità speculatori’

(Pol/Adnkronos)

Roma, 5 giu. (Adnkronos) “Signor Primo Ministro Mario Draghi, ci permetta di suggerirle un consiglio, che identico a quello che ha attuato con la crisi del petrolio degli anni settanta l’allora Governo con Legge del 19/03/1973 n.32, impose che i prodotti di primaria necessità nei supermercati fossero bollinati, e prezzi imposti alle pompe sui prodotti petroliferi e dell’energia, per evitare che ci fosse una forte speculazione che potesse disagiare Paese e popolazione”. Così Antonio Sabella Segretario Politico di Italia Moderata.

“Italia Moderata condivide in toto la scelta che da Ella ha fatto nel fornire armi e assistenza al popolo ucraino per difendersi e le sanzioni all’aggressore Putin e alla sua corte di oligarchi. Signor Presidente Draghi se Ella non provvede a fermare la voracità degli speculatori imponendo prezzi alla fonte sull’energia e sui beni di prima necessità, i suoi lodevoli sforzi per fermare la guerra in Ucraina risulteranno vani e controproducenti”.

“Considerato che ha una maggioranza scalpitante che già è in campagna elettorale e che una notevole parte dell’attuale coalizione che la sostiene non abbia un minimo senso dello Stato, “ne tenga conto”. Signor Presidente del Consiglio Ella ha tutta l’esperienza e l’autorità per attuare una linea a tutela dell’Italia e della sua popolazione, confidiamo nel suo Alto senso dello Stato”.

UCRAINA: ITALIA MODERATA, ‘PAESE DI IMPROVVISATI, PER FORTUNA CI SONO DRAGHI E MATTARELLA’ =

UCRAINA: ITALIA MODERATA, ‘PAESE DI IMPROVVISATI, PER FORTUNA CI SONO DRAGHI E MATTARELLA’ =

Roma, 16 mag. (Adnkronos) – “Il Paese è in balia delle creature divise su tutto, Per fortuna abbiamo il Capo dello Stato Sergio Mattarella e il Presidente del Consiglio Mario Draghi che tengono la barra dritta facendo rispettare i nostri impegni a livello internazionale con i nostri alleati. Non saremmo credibili né affidabili se non ci fossero queste due figure autorevoli che rappresentano l’Italia”. E’ quanto ha dichiarato Antonio Sabella, Segretario politico di Italia Moderata. “Alcuni leader e singoli partiti che rappresentano il Parlamento sono così ridicoli nelle dichiarazioni che si fa fatica a capire cosa intendono per il termine pace, abbiamo pacifisti infantili che rasentano la compromissione. È già iniziata la corsa dei partiti per la campagna elettorale con un test per le amministrative per verificare il consenso e decidere come assaltare la diligenza, ovviamente senza creare sviluppo e occupazione. Al Paese serve una vera classe dirigente che pensa al presente e al futuro del nostro Paese, l’Italia merita molto di più di questi improvvisati miracolati e voltagabbana, che non hanno minimamente il senso dello Stato e che non rispettano le nostre alleanze”, ha concluso.

(pol/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 16-MAG-22 19:25 NNNN

QUIRINALE. ITALIA MODERATA: DRAGHI E’ IL PIU’ INDICATO

QUIRINALE. ITALIA MODERATA: DRAGHI E’ IL PIU’ INDICATO

(DIRE) Roma, 27 gen. – “Il gioco del domino per la presidenza della Repubblica comincia a diventare con i venti di guerra che si affacciano nell’est dell’Europa estremamente pericoloso, con il paradosso di rischiare di non avere Draghi né a Palazzo Chigi né al Quirinale. Una guida filo Atlantica ed Europea come Draghi alla presidenza della Repubblica rassicurerebbe in nostri alleati e il Paese per sette anni”. Lo premette Antonio Sabella, segretario politico di Italia Moderata, che osserva: “Alcuni parlamentari purtroppo, ingenuamente, in questi ultimi anni si sono distinti per la vicinanza al regime cinese, venezuelano e alla Federazione Russa, creando nei nostri partner dubbi e perplessità per lealtà e per la tenuta dell’Alleanza Atlantica. Mario Draghi è il più indicato a rappresentare l’Italia alla presidenza della Repubblica, perché è europeista, atlantista, ha tanto di quel prestigio a livello internazionale da surclassare qualsiasi nome che abbiamo finora sentito. Giocare con il futuro dell’Italia, come se fosse un giocattolo da contendersi, non è serio. L’Italia merita molto di più dei nomi che sono stati messi in campo per il Quirinale per riconoscenze pregresse. Italia Moderata spera che il senso di responsabilità, sia la illuminata scelta condivisa dei grandi elettori della Repubblica, per Mario Draghi. Pensare in questo momento alla futura campagna elettorale mentre il Paese è in queste condizioni tra pandemia e crisi economica, senza concepire qual è l’interesse primario nazionale è egoisticamente non da leader, ma da irresponsabili immaturi”.

 

(Com/Anb/ Dire)

 

18:13 27-01-22 NNNN