CENTRO. SABELLA: RENZI E CARFAGNA, ITALIA MODERATA VI ASPETTA

CENTRO. SABELLA: RENZI E CARFAGNA, ITALIA MODERATA VI ASPETTA

(DIRE) ROMA, 25 set. – Un contenitore “nuovo”, centrista, perché “al centro c’è spazio”. Una formazione “aperta a tutti i moderati che hanno a cuore gli interessi del Paese”: Matteo Renzi, Mara Carfagna, leghisti e grillini più ragionevoli e responsabili. Antonio Sabella, segretario nazionale di Italia Moderata, mette il suo partito (una bandiera italiana su sfondo blu attraversata da un arcobaleno) “a disposizione di chi crede in un centro che oggi non esiste”.

In un’intervista all’agenzia Dire, Sabella estende l’invito a tutti quei protagonisti della vita politica che oggi si ‘agitano’ al centro: “Noi vogliamo un centro che in questo momento non esiste. Matteo Renzi potrebbe essere una parte del centro, ma non e’ il centro. Nel centro che noi vediamo possono entrare tutti i moderati che abbiano a cuore l’interesse del Paese. Italia Moderata si mette a disposizione come contenitore”.

Un nuovo grande partito di centro dove confluiscono pezzi del Pd e pezzi di Forza Italia, l’Udc di Lorenzo: “L’importante- ragiona Sabella- è che ci sia un contenitore che li mette insieme, che sia una novità, non qualcuno che si sposta da una parte all’altra per fare una cosa nuova ma alla fine sono sempre gli stessi. I cittadini non votano piu’ quelli che hanno visto, noi vogliamo essere una novità. Ci stanno contattando in molti e stiamo valutando alcune situazioni. Noi siamo disposti a fare anche alcuni passi indietro”.

Ovvero? “Per il leader si vedrà, sarà la persona con più carisma e più serietà. Io non ci sarò”.

Sabella parla anche a chi del centro non fa parte: “Anche nella Lega ci sono persone moderate; anche i 5 Stelle moderati possono fare parte del centro, basta che abbiano a cuore l’interesse del paese. Di Italia Moderata non può far parte tutto ciò che è estremo”. E Luigi Di Maio, in tanti per criticarlo gli danno del democristiano? “Lui no, ha fallito in tutto”.

Sul governo appena nato Sabella ha più di qualche perplessità: “Finora Conte ha giocato abbastanza bene- premette- ma Italia Moderata non condivide quello che sta facendo questo esecutivo per l’economia e per la sicurezza del paese. Per quanto riguarda l’abbassamento della pressione fiscale vediamo solo un governo che vuole tassare le bibite e le merendine: non e’ una cosa seria”.

Italia Moderata sarà in campo nelle elezioni umbre di ottobre? “E’ troppo presto per parlare, sarebbe un’improvvisazione politica, noi non vogliamo fare promesse in questa fase così complicata. Stiamo lavorando”.

Anb/ Dire)

USA: ITALIA MODERATA, PREVISTA VITTORIA TRUMP, PER RENZI E’ L’INIZIO DELLA FINE? =

USA: ITALIA MODERATA, PREVISTA VITTORIA TRUMP, PER RENZI E’ L’INIZIO DELLA FINE? =

USA: ITALIA MODERATA, PREVISTA VITTORIA TRUMP, PER RENZI E’ L’INIZIO DELLA FINE? =

 

Roma, 9 nov. (AdnKronos) – “A marzo avevamo dichiarato che se Donald   Trump fosse stato per i repubblicani il candidato per la Casa Bianca   Italia moderata avrebbe fatto per lui campagna elettorale con gli amici e i simpatizzanti negli Usa, perché eravamo convinti che sarebbe diventato il Presidente degli Stati Uniti. La Clinton aveva troppi   scheletri nell’armadio, come la morte dell’ambasciatore Stevens a   Bengasi, perché aveva convinto Obama a far intervenire la Nato in   Libia contro i nostri interessi, cosa ancora da chiarire. E il server   privato dove sono state cancellate migliaia di email, cosa   nascondeva?”. E’ quanto dichiara il segretario di Italia Moderata, Antonio Sabella.

 

“Diversi autorevoli amici dicevano che avrebbe vinto la Clinton, e che l’iniziativa di Italia moderata era considerata perdente sotto ogni   punto di vista, l’elezione di ieri li ha smentiti. Le situazioni   scontate le capiscono tutti. Quelle non prevedibili -sottolinea   Sabella- vanno analizzate con massima attenzione centellinando lo   spazio di manovra per una possibile vittoria. Noi eravamo convinti che Donald Trump sarebbe stato il candidato ideale del cambiamento. Gli   americani lo hanno eletto per concretizzare le loro aspettative”.

 

“Il commento del Presidente francese Hollande e del presidente del   Parlamento Europeo Martin Schulz non vanno in linea con gli interessi   dell’Europa, denotano un’improvvisazione di risposta politica   soggettivamente avventata. Anche Renzi come questi non aveva previsto   la vittoria di Trump, è andato in pompa magna ad omaggiare Obama per   la Clinton. E’ l’inizio della sua fine?”, conclude.

 

(Pol/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

09-NOV-16 16:46

NNNN

 

REFERENDUM: A MILANO CONVEGNO DEL COMITATO ‘SUPER NO’ =

REFERENDUM: A MILANO CONVEGNO DEL COMITATO ‘SUPER NO’ =

Roma, 26 set. (AdnKronos) – Domani, 27 settembre alle 19, presso il  Centro Svizzero in via Palestro 2 a Milano si terrà un convegno sul No al referendum costituzionale Renzi Boschi, i relatori saranno Andrea  Potukian presidente del comitato Super No, il vice presidente Claudio  Colafato e Antonio Sabella portavoce nazionale.      

“I temi affrontati saranno un No argomentato sugli articoli di questa  riforma costituzionale redatta con furbizia luciferina e votata da un  Parlamento illegittimo di nominati. Con questa riforma Renzi  ipotecherà il futuro del Parlamento nelle sue mani visto che il Pd  gestisce sedici regioni italiane per cui avrà la maggioranza di  nominati anche al Senato della Repubblica”, dichiara il portavoce del  comitato ‘Super no’, Antonio Sabella.      

(Pol-Leb/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222

26-SET-16 13:32

NNNN

 

Referendum: John Philips ambasciatore Usa, Sabella Italia Moderata, intervento inopportuno.

Referendum: John Philips ambasciatore Usa, Sabella Italia Moderata, intervento inopportuno.

L’ambasciatore Usa John Philips, intervenendo al centro studi americani si è espresso a gamba tesa a favore del sì, referendum costituzionale che si dovrà votare nel nostro Paese, di fatto schierandosi con una parte “con Renzi “della politica italiana. Dichiarando che la vittoria del No sulle riforme costituzionali sarebbe un passo indietro per attrarre investimenti stranieri in Italia. È una plateale inopportuna interferenza negli affari interni del nostro Paese. Questa caduta di stile improvvisata imprudentemente, dall’ambasciatore Usa, denota che non conosce le regole di comportamento che vigono tra gli Stati (anche se alleati). È quanto dichiarato Antonio Sabella segretario nazionale di Italia moderata.

RIFORME: ITALIA MODERATA, VERI MODERATI VOTERANNO NO A REFERENDUM=

RIFORME: ITALIA MODERATA, VERI MODERATI VOTERANNO NO A REFERENDUM=

RIFORME: ITALIA MODERATA, VERI MODERATI VOTERANNO NO A REFERENDUM=

Per Corte Costituzionale ‘Porcellum’ illegittimo, come fa questo Parlamento a cambiare Costituzione?      

 

Roma, 3 giu. (AdnKronos) – “I 630 deputati, la cui età non può essere inferiore ai 25 anni, vengono eletti da tutti i cittadini che abbiano compiuto diciotto anni; i 315 senatori la cui età non può essere inferiore ai 40 anni, vengono invece eletti dai cittadini che abbiano  compiuto il 25° anno di età. Renzi Presidente del consiglio ‘illegittimo’ che sta a Palazzo Chigi dice che la riforma serve per evitare la doppia lettura dei due rami del Parlamento e per tagliare i costi della politica”. È quanto ha dichiarato Antonio Sabella segretario nazionale di Italia Moderata, sottolineando come ”i veri moderati voteranno no a questo referendum”.

 

       “Per evitare la doppia lettura si poteva dare al Senato visto che per essere eletti bisogna avere quarant’anni e chi vota ha venticinque anni, cioè cittadini più maturi, questa istituzione si poteva occupare di cose più importanti come politica estera, difesa, economia, ecc.  mentre la Camera dei Deputati si poteva interessare di questioni regionali. È un paradosso pensare che con questa strana riforma fatta  soggettivamente a conduzione familiare le leggi italiane siano  cambiate da giovani deputati di anni 25 e votati da diciottenni!”,  sottolinea.

 

     “Con questa discutibile modifica costituzionale elaborata per  interessi soggettivi il Senato di fatto non sparisce ma in compenso  porteranno consiglieri regionali e sindaci, amici degli amici a cui  daranno l’immunità, togliendo di fatto al Popolo la libertà e il  diritto di scegliere. Era così difficile, per raggiungere l’obiettivo  della diminuzione dei costi della politica, e la tempestività nel  varare le Leggi, separando i ruoli delle due Camere e riducendo  semplicemente il numero dei deputati da 630 a 315!”, conclude Sabella.

      

(Pol-Leb/AdnKronos)

ISSN 2465 – 1222 03-GIU-16 16:14 NNNN

ITALIA MODERATA, RENZI SPINGE PER VOTO ANTICIPATO

ITALIA MODERATA, RENZI SPINGE PER VOTO ANTICIPATO

Roma, 9 mar. (AdnKronos) –  “Il furbetto del quartierino, forte del
fatto che in questo momento non ha avversari per le divisioni degli
stessi, spinge per elezioni anticipate per tre motivi; primo
vincerebbe ‘avversari divisi’; secondo si libererebbe di una buona
fetta della minoranza interna; terzo direbbe a Grillo che è stato
legittimato dal popolo”. Lo afferma Antonio Sabella, segretario di
’Italia moderata’.

“Per contrastare il guappo di Rignano, tutti i partiti compresa la
minoranza del Pd, se vogliono sopravvivere per il bene del Paese
dovrebbero mettere da parte qualsiasi animosità e strategia soggettiva
per unirsi in una coalizione di unità nazionale con l’obiettivo di
fare un governo che abbia la durata di diciotto mesi per leggi
incisive di sviluppo economico e sicurezza”, conclude Sabella.

(Pol-Fer/AdnKronos)
09-MAR-15 14:26