GOVERNO: ITALIA MODERATA, ‘BENE MELONI, POLITICA SIA UNITA PER RISOLVERE EMERGENZE’ =

GOVERNO: ITALIA MODERATA, ‘BENE MELONI, POLITICA SIA UNITA PER RISOLVERE EMERGENZE’ =

Roma, 27 ott. (Adnkronos) – “Italia Moderata ha apprezzato il discorso del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni in tema di politica estera collocazione atlantica, europeista e la piena solidarietà al Popolo sovrano ucraino, ciò ha rassicurato noi e i nostri alleati. Non replicando ai gratuiti attacchi ma parlando di sviluppo economico aiuto alle imprese e alle famiglie ‘bollette, mutui, tasse, ecc.’, ha rassicurato la Nazione.

La minoranza in Parlamento non deve a prescindere fare opposizione, ma valutare, vigilare e se necessario migliorare nell’interesse complessivo del Paese, in caso contrario si fa il tornaconto di altri non dello Stato.

Riteniamo che in questo particolare momento di disagio e sofferenza, la classe politica dovrebbe essere unita a risolvere le molteplici urgenze. Prendere la parola in Parlamento senza dare soluzioni ma polemizzare e agire aprioristicamente per farsi notare contro il Governo appena formato, non è fare opposizione, ma rendersi complici in questa fase di debolezza dell’Italia, degli speculatori”. È quanto ha dichiarato Antonio Sabella Segretario di Italia Moderata.

(pol/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 27-OTT-22 19:08 NNNN

ELEZIONI. ITALIA MODERATA: ALLIBITI, NESSUNO SI MUOVE PER CAMBIARE ROSATELLUM

ELEZIONI. ITALIA MODERATA: ALLIBITI, NESSUNO SI MUOVE PER CAMBIARE ROSATELLUM

(DIRE) Roma, 15 set. – Il Partito politico Italia Moderata informa che “in data 09 settembre 2022 ha presentato al Ministero dell’Interno la richiesta per avere copia della comunicazione che il Ministero invia per dare indicazioni agli uffici elettorali costituiti presso le Corti di Appello della Repubblica. Ci risulta anche che detta circolare è stata richiesta da altri interessati senza esito alcuno. Finora non è stata ricevuta alcuna risposta”. Lo dice in una nota il leader di IM Antonio Sabella. “A nostro parere – aggiunge Sabella – alcuni soggetti che hanno beneficiato dell’esenzione, in effetti, non sono esonerati da predetta raccolta. Tra questi, in modo incontrovertibile, c’è la lista “Noi di Centro Mastella -Europeisti” perché è incontrovertibile perché è un dato certo che undici uffici elettorali presso le Corti di Appello, hanno accettato la lista senza sottoscrizioni mentre altri nove la hanno ricusata. Per questa ragione facciamo appello Al Presidente della Repubblica, Al Capo del Governo, e alle Magistrature competenti, perché, si faccia chiarezza. Su questa situazione anomala. Che vede alcune liste favorite ed altre penalizzate”. Italia Moderata rimane “allibita di constatare che nonostante i rappresentanti di quasi tutte le forze politiche affermano a parole la contrarietà a questa legge elettorale non hanno fatto passi concreti per sua abrogazione o modifica radicale”.

 

(Red/ Dire)

 

17:44 15-09-22 NNNN

ELEZIONI: ITALIA MODERATA, ‘FARE CHIAREZZA SU RACCOLTA FIRME, PRESENTATA RICHIESTA A VIMINALE’ =

ELEZIONI: ITALIA MODERATA, ‘FARE CHIAREZZA SU RACCOLTA FIRME, PRESENTATA RICHIESTA A VIMINALE’ =

Roma, 15 set. (Adnkronos) – “Il Partito politico Italia Moderata informa che in data 09 settembre 2022 ha presentato al Ministero dell’Interno la richiesta per avere copia della comunicazione che il Ministero invia per dare indicazioni agli uffici elettorali costituiti presso le Corti di Appello della Repubblica, ci risulta anche che detta circolare è stata richiesta da altri interessati senza esito alcuno. Finora non è stata ricevuta alcuna risposta. A nostro parere alcuni soggetti che hanno beneficiato dell’esenzione, in effetti, non sono esonerati da predetta raccolta. Tra questi, in modo incontrovertibile, c’è la lista ‘Noi di Centro Mastella -Europeisti’ perché è incontrovertibile perché è un dato certo che undici uffici elettorali presso le Corti di Appello, hanno accettato la lista senza sottoscrizioni mentre altri nove la hanno ricusata”. Lo dichiara il segretario di Italia moderata, Antonio Sabella. “Secondo la nostra analisi vi sono altri soggetti che hanno beneficiato dell’esonero pur non avendone diritto. Per questa ragione facciamo appello al Presidente della Repubblica, al Capo del Governo, e alle Magistrature competenti, perché, si faccia chiarezza. Su questa situazione anomala. Che vede alcune liste favorite ed altre penalizzate. La legge elettorale vigente detta Rosatellum è un vulnus per la democrazia e l’introdotto art. 6 bis legge 84\ 2022 ha complicato ulteriormente una legge di per sé poco comprensibile e di difficile attuazione, le norme vengono spesso interpretate a secondo le opportunità e le convenienze soggettive”, sottolinea. “Italia Moderata rimane allibita di costatare che nonostante i rappresentanti di quasi tutte le forze politiche affermano a parole la contrarietà a questa legge elettorale non hanno fatto passi concreti per sua abrogazione o modifica radicale. L’altro caso che ci fa rimanere molto perplessi è la dichiarazione dell’ex Sindaco di Napoli che ha raccolto cinquantamila firme in dieci giorni… Come ha fatto? Chiediamo a viva voce, sarebbe opportuno che la magistratura inquirente verifichi la validità che le firme apposte dei cittadini siano reali, vere e regolari, non quelle del certificatore ma quelle dei cittadini che hanno dato il consenso, alla lista. Diversamente argomentando emergerebbe l’ipotesi delittuosa di falso in atto pubblico”, conclude.

(pol/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 15-SET-22 20:01 NNNN

ELEZIONI: ITALIA MODERATA, ‘POLITICA IMPAZZITA PORTA PAESE NELL’OCCHIO DEL CICLONE’ =

ELEZIONI: ITALIA MODERATA, ‘POLITICA IMPAZZITA PORTA PAESE NELL’OCCHIO DEL CICLONE’ =

Roma, 25 lug. (Adnkronos) – “Italia Moderata è preoccupata come lo sono le nostre Istituzioni per l’impazzimento a fasi alterne della dirigenza politica, prima di tutto non comprendiamo le ragioni del perché hanno fatto cadere il Governo Draghi, poi le accuse reciproche, come se la colpa fosse stata della luna piena e non dell’improvvisazione infantile e della stupidità cieca nel non provvedere le conseguenze. La mancanza di stile e il non rispetto nei confronti di avversari e di ex amici di partito è diventata la regola”. È quanto ha dichiarato Antonio Sabella segretario nazionale di Italia Moderata, formazione di centro che ‘sponsorizza’ alleanze favorevoli a che ”l’Italia abbia di nuovo Draghi a capo del governo ”. “Visioni diverse e la mancanza di regole, stanno portando il Paese in sentieri sconosciuti, col rischio dello stravolgimento in maniera plateale delle istituzioni, i comportamenti non sobri ‘tipo prenditi uno Xanax e nano’ sono offensivi, la mancanza di moderazione indirizzano il Paese nell’occhio del ciclone con la perdita di serietà professionale della politica italiana agli occhi del mondo. Il Paese non merita questo tipo di dirigenza, all’Italia serve altro”, ha concluso.

(pol/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 25-LUG-22 19:49 NNNN

GOVERNO: ITALIA MODERATA, ‘PAESE ESPOSTO A SACCHEGGIO, PARTITI FACCIANO PASSO INDIETRO’ =

GOVERNO: ITALIA MODERATA, ‘PAESE ESPOSTO A SACCHEGGIO, PARTITI FACCIANO PASSO INDIETRO’ =

Roma, 17 lug. (Adnkronos) – “Se dal passato si fa il presente e da questo si determina il futuro, Draghi nel presente appena passato ci ha tutelati quando è stato presidente della Bce dagli appetiti voraci dei nostri alleati europei che volevano fare asso piglia tutto ‘tipo Grecia’ dei nostri asset strategici. Se questo è stato il presente di Mario Draghi a tutela dell’Italia il futuro con lui sarà più roseo. La nostra classe politica attuale dimostra infantilmente di essere come bambini capricciosi che pretendono un oggetto che in sintesi è la distribuzione di denaro pubblico per avere consenso senza creare occupazione e sviluppo, questa ostentazione porta direttamente al tracollo della nostra cassa pubblica e alla nostra credibilità internazionale e soprattutto alle elezioni anticipate, esponendo l’Italia al saccheggio degli speculatori”. È quanto ha dichiarato Antonio Sabella Segretario nazionale di Italia MODERATA “Alcuni leader di partito per dimostrare che contano ancora nella vita del Paese per qualche voto in più ci spingono direttamente nell’occhio del ciclone. Tra pandemia, guerra e speculazione sui mercati, possibile che alcune forze politiche non si rendano conto che questo è il momento per dimostrare che esiste una classe politica responsabile che risolve i problemi non che le amplifichi per prese di pozioni. Il momento è questo di ragionare con freddezza per risolvere questa crisi scaturita da pretese di consenso e da invidia. Questo è il momento di grande responsabilità dove tutte le forze politiche facciano un passo indietro per dare speranza e soprattutto certezze al Paese. Bisogna risolvere tempestivamente con grande umiltà questa crisi perché è molto pericolosa, la colpa sarà di tutta questa classe politica se l’Italia verrà esposta al saccheggio internazionale. Italia MODERATA fa un appello al Capo della Stato Sergio Mattarella e al Primo ministro Mario Draghi, per risolvere quanto prima la crisi di Governo positivamente”, ha concluso.

(pol/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 17-LUG-22 17:04 NNNN

GOVERNO. ITALIA MODERATA: DA CONTE GIOCO AL MASSACRO, DRAGHI RESTI

GOVERNO. ITALIA MODERATA: DA CONTE GIOCO AL MASSACRO, DRAGHI RESTI

DIRE) Roma, 16 lug. – “Per Italia Moderata questa crisi di Governo al buio è dovuta ai capricci di alcune creature che giocano per un loro strapuntino futuro, a danno di tutti, in particolare lo dobbiamo alle miserevoli aspettative di un improvvisato leader, Conte, ché per farsi accettare come capo dei soldatini di latta con la benedizione di un giullare si spinge oltre la parte più estrema di quel movimento 5stelle, nella vana illusione a scapito della collettività, di prendere qualche consenso in più. Un vero leader che ha la vocazione dello statista guarda agli interessi complessivi veri del Paese, non a qualche voto in più”. È quanto ha dichiarato Antonio Sabella segretario Nazionale di Italia Moderata.

 

“Questo gioco al massacro lo pagheranno tutti i cittadini italiani se non si compone velocemente la crisi di Governo, i capricci di onnipotenza infantili di qualcuno portano il Paese in acque pericolose. Confidiamo che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella riesca a comporre la crisi convincendo l’attuale Capo del Governo Draghi a rimanere al suo posto per il bene dell’Italia. Lo stravolgimento delle regole del gioco politico in un momento così particolare, tutte le forze politiche nessuno escluso, si assumano l’onere nel risolvere tempestivamente la crisi, i capricci e gli appetiti del consenso e l’assalto alla diligenza vanno messi da parte almeno in questa fase, bisogna avere senso dello Stato, per evitare che impazzimento a fasi alterne della classe politica faccia precipitare il Paese nelle Fossa della Marianne. E’ un lusso che non possiamo permetterci. Italia Moderata si appella all’alto senso dello Stato del Presidente Mario Draghi a rimanere al suo posto per tutelare il Paese dagli speculatori. Tutte quelle forze politiche che dicono a parole che hanno a cuore l’interesse del Paese dimostrino con i fatti di avere un minimo di senso dello Stato e rispetto delle Istituzioni, di essere all’altezza per tutelare l’Italia da una crisi al buio che non faccia precipitare il Paese nel baratro più profondo”.

 

(Com/Lum/ Dire)

Dire Politica

11:14 16-07-22 NNNN

UCRAINA: ITALIA MODERATA, ‘DRAGHI CONTENGA ARROGANZA AMBASCIATORE RAZOV’ =

UCRAINA: ITALIA MODERATA, ‘DRAGHI CONTENGA ARROGANZA AMBASCIATORE RAZOV’ =

Roma, 7 giu. (Adnkronos) – “Italia Moderata, si rivolge ad Ella Signor Presidente del Consiglio Mario Draghi perché con la sua autorevolezza e il rispetto che ha per le nostre istituzioni provveda a contenere l’arroganza di un ambasciatore straniero ospite del nostro Paese Sergej Razov. L’Italia non può accettare le minacce e le velate insinuazioni che l’ambasciatore della Federazione Russa fa in casa nostra contro la nostra stampa libera e contro le nostre Istituzioni”. Così Antonio Sabella, segretario di Italia Moderata. “Italia Moderata auspica che sarebbe opportuno richiamare il nostro ambasciatore Giorgio Starace da Mosca per consultazioni. Convocare l’ambasciatore russo alla Farnesina per chiarimenti e comunicargli da subito che il suo attivismo nel nostro Paese risulta all’Italia poco gradito. Italia Moderata suggerisce e considera questo ospite come un soggetto estremamente pericoloso, visto che sta in Italia da circa nove anni, quando la rotazione media degli ambasciatori è di circa quattro, per cui auspichiamo che l’ambasciatore della Federazione Russa Sergej Razov lasci il nostro Paese il prima possibile ‘persona non gradita’, visto che si inserisce palesemente negli affari interni dell’Italia”. “La democrazia è una cosa molto seria, per l’ambasciatore russo è un termine che non esiste nel suo vocabolario e nella dirigenza del suo Paese con a capo Putin, per cui non può insegnarci nulla di cui non ha minimamente contezza”.

(Pol/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 07-GIU-22 19:30 NNNN

QUIRINALE. ITALIA MODERATA: DRAGHI E’ IL PIU’ INDICATO

QUIRINALE. ITALIA MODERATA: DRAGHI E’ IL PIU’ INDICATO

(DIRE) Roma, 27 gen. – “Il gioco del domino per la presidenza della Repubblica comincia a diventare con i venti di guerra che si affacciano nell’est dell’Europa estremamente pericoloso, con il paradosso di rischiare di non avere Draghi né a Palazzo Chigi né al Quirinale. Una guida filo Atlantica ed Europea come Draghi alla presidenza della Repubblica rassicurerebbe in nostri alleati e il Paese per sette anni”. Lo premette Antonio Sabella, segretario politico di Italia Moderata, che osserva: “Alcuni parlamentari purtroppo, ingenuamente, in questi ultimi anni si sono distinti per la vicinanza al regime cinese, venezuelano e alla Federazione Russa, creando nei nostri partner dubbi e perplessità per lealtà e per la tenuta dell’Alleanza Atlantica. Mario Draghi è il più indicato a rappresentare l’Italia alla presidenza della Repubblica, perché è europeista, atlantista, ha tanto di quel prestigio a livello internazionale da surclassare qualsiasi nome che abbiamo finora sentito. Giocare con il futuro dell’Italia, come se fosse un giocattolo da contendersi, non è serio. L’Italia merita molto di più dei nomi che sono stati messi in campo per il Quirinale per riconoscenze pregresse. Italia Moderata spera che il senso di responsabilità, sia la illuminata scelta condivisa dei grandi elettori della Repubblica, per Mario Draghi. Pensare in questo momento alla futura campagna elettorale mentre il Paese è in queste condizioni tra pandemia e crisi economica, senza concepire qual è l’interesse primario nazionale è egoisticamente non da leader, ma da irresponsabili immaturi”.

 

(Com/Anb/ Dire)

 

18:13 27-01-22 NNNN

QUIRINALE. SABELLA (ITALIA MODERATA): PUNTARE SUBITO SU DRAGHI

QUIRINALE. SABELLA (ITALIA MODERATA): PUNTARE SUBITO SU DRAGHI

DIRE Politica

QUIRINALE. SABELLA (ITALIA MODERATA): PUNTARE SUBITO SU DRAGHI

15 gennaio 2022, 13:48

(DIRE) Roma, 15 gen. – “Se l’attuale classe politica ha senso dello Stato dovrebbe puntare alle prime tre votazioni con larga maggioranza sull’attuale Presidente del Consiglio. Gli stessi partiti con un plebiscito hanno voluto Draghi alla presidenza del Governo per risolvere i problemi di cui essi non sono stati capaci. Le nostre imprese godono in questo momento di una forte attenzione dei mercati esteri, perché hanno fiducia nell’attuale Capo del Governo e investono in Italia. I sogni e le ambizioni di un capo partito dovrebbero essere messi da parte nell’interesse del Paese”. Così Antonio Sabella, segretario politico di Italia Moderata “L’occasione Berlusconi l’ha avuta nel 2006 – prosegue- ma ha affidato la trattazione con i piccoli partiti a Vizzini che forse non aveva compreso completamente la legge elettorale Porcellum che con un voto in più alla Camera dei Deputi avrebbe preso oltre 150 deputati in più. “Per tornare al Senato della Repubblica a testa alta per aver subito un’ingiustizia ci sono altre soluzioni!”. Adesso è tempo di essere seri e responsabili e guardare in primis all’interesse complessivo del Paese. Italia moderata si appella al senso di responsabilità dei parlamentari per fare la scelta giusta per il bene dell’Italia che per noi in questo momento è solo Mario Draghi”, termina.

 

(Com/Sor/ Dire)

 

13:48 15-01-22 NNNN