CORONAVIRUS: SABELLA (ITALIA MODERATA), AGIRE COME ANNI ’70 CON CRISI PETROLIO.

CORONAVIRUS: SABELLA (ITALIA MODERATA), AGIRE COME ANNI ’70 CON CRISI PETROLIO.

DIRE Politica
CORONAVIRUS. SABELLA (ITALIA MODERATA): AGIRE COME ANNI ’70 CON CRISI PETROLIO
06 aprile 2020, 15:54

(DIRE) Roma, 6 apr. – “In questa particolare di pandemia del Paese, Italia moderata suggerisce al Governo attraverso i suoi esperti di realizzare la politica sulla falsariga di quanto attuato con i prodotti CIP all’epoca della crisi petrolifera degli anni 70”. Lo dice Antonio Sabella, segretario nazionale di Italia moderata. “L’obiettivo e’ ridurre il costo dei prodotti di primaria necessità familiare per il tempo necessario a superare l’emergenza e la carenza di liquidità personale dei cittadini- spiega-. La strategia consiste nell’abbattere il prezzo dei prodotti direttamente alla fonte (produzione/distribuzione) attraverso convenzioni (Stato/produttori/distributori…per Metodologia.

E prosegue: “1) Individuare una quantità di categorie merceologiche di prima necessità per uso domestico (alimentari, pulizia casa, igiene personale, cc.) per un totale di 80/100 prodotti. 2) Abbattere il prezzo al consumo del 25/30% rispetto a quello usuale di vendita di questi prodotti. 3)Intervenire sulla riduzione di prezzo con accordi stato/produttori/distributori compartecipazione all’operazione su uno schema che preveda il 10% a carico statale con rimborso al produttore sul prezzo di listino, il 10% a carico del produttore con abbattimento del listino stesso ed il 10% a carico del distributore data l’assenza contemporanea di offerte speciali sui prodotti stessi. 4)Soggetti interessati oltre ai produttori le aziende della Grande distribuzione/ organizzata ed a tutte le categorie private che volessero aderire. 5) I rimborsi avverrebbero sulle rilevazioni di cassa riguardo al venduto giornalmente. 6) Deve prevedersi una bollinatura dei prodotti con adesivi fluorescenti riconoscibili con scritta del tipo ‘prezzo concordato’. 7) Prevedere un prelievo per persona max di 2/3 confezioni a seconda del prodotto per evitare accaparramenti. 8) Eliminare nel periodo ogni intervento di marketing sui prodotti (pubblicità, omaggi, altre promozioni) per ridurre i costi dei produttori/distributori”.

“I tempi- conclude Sabella- devono essere chiaramente brevissimi anche sui prodotti gia’ presenti a magazzino attraverso bollinatura. Accordi con associazioni aziende produttrici e distributrici presso il ministero”.

(Com/Vid/ Dire)15:54 06-04-20 NNNN

288